facebook
EDIZIONI: 2011 2010 2009

Edizione 2010

Scarica la documentazione
Catalogo 2010 Locandina 2010 Manifesto 2010

La terza edizione di RICICLARTI 2010 – CANTIERE ARTE AMBIENTALE si è conclusa lo scorso 27 giugno con una novità: assegnare un premio alla migliore opera per la categoria Arte e per la categoria Design.
Numerose le opere che hanno suscitato grande interesse e curiosità da parte del pubblico che ha partecipato con interesse agli eventi e alla mostra durata tutto il mese di giugno.
Molte le opere apprezzate da pubblico, esperti del settore e giuria: dalle piantine che sbucavano dai libri del collettivo “Noi non abbiamo il dono dell’ubiquità” al macro scheletro fatto da utensili di cucina di Valvassori, agli scudi-lance di Remo Suprani.
La giuria tecnica ha designato vincitori i lavori di Francesca Pasquali (Arte) di Bologna, una composizione realizzata con cannucce, e del Drop Soup Studio (Design) di Padova, che hanno operato recuperando il pallet.

Vincitore - sezione Arte: Francesca Pasquali www.francescapasquali.com

L’artista lavora alla scoperta del nocciolo delle cose per ritrovarle ed esaltarle. (Germano Celant). La ricerca artistica di Francesca Pasquali parte proprio da questa esigenza e prosegue andando ad esplorare non solo le strutture elementari della materia ma anche le molteplici potenzialità espressive che implicitamente essa possiede.

“Senza titolo” e “Straws” sono esempi di questa ricerca: sculture da appendere costituite da materiali artificiali riciclati, nello specifico setole in pvc e cannucce di plastica, su cui l’artista ha intagliato forme e motivi desunti da modelli organici rintracciabili in Natura. In questo modo l’elemento materico di base, nonostante sia decontestualizzato, ricontestualizzato e successivamente manipolato, non perde affatto la sua forza espressiva originaria ma, al contrario, si carica di qualità e funzioni potenziali sempre nuove.

“You are here” è invece una confidenziale e sincera dichiarazione di vicinanza dell’artista verso il fruitore. Nel momento in cui il titolo enuncia l’invito a proiettarsi all’interno dell’opera, colui che guarda assume la facoltà di decidere in quale parte della composizione riconoscersi, se in quella più piccola, la singola cannuccia, o nella sua struttura complessiva, la città. La scultura infatti è costituita da 16 mila cannucce e ciascuna di esse costituisce uin tassello vitale di questo stilizzato mosaico urbano (Francesca Vason).


Vincitore - sezione Design: Drop Soup Studio (www.rcycld.com)

Du Pallet, 2008.

Eco-Moda. Da questo binomio nasce RCYCLD, brand italiano che parte dalla ricerca di materiali riciclati, degli oggetti più disparati di uso comune, per approdare ad un marchio dal design 100% MADE in ITALY.

Lo studio seleziona oggetti unici, trovati nei più disparati mercatini del mondo. Dopo un attento lavaggio, trattato con prodotti non chimici, assemblano prodotti donando lora una nuova identità e portando così al consumatore un valore ormai perduto, l’artigianalità. Una linea di pensiero che viaggia parallelamente al rispetto per la Natura. In controtendenza alle politiche economiche che mirano a ridurre i costi a discapito dell’inquinamento creato, i prodotti vengono lavati e trattati con solventi ecologici, processi molto costosi, che abbattono però al minimo l’impatto ambientale.